Livelli di svuluppo LOD

L’acronimo LOD può rappresentare sia il livello di sviluppo (level of development) che il livello di dettaglio (level of detail), a volte usato in modo intercambiabile nelle applicazioni BIM nonostante i loro significati differiscano.

Il livello di sviluppo (level of development) definisce la completezza di elaborazione dell’oggetto BIM e il contenuto minimo delle informazioni geometriche, qualitative e quantitave necessarie per raggiungiure l’obbiettivo nella fase concreta del ciclo di vita dell’oggetto di costruzione.

Il livello di sviluppo è una misura di quanto seriamente si prende l’informazione rappresentata da un elemento BIM. Non è necessariamente una misura della quantità di informazioni, anche se ovviamente devono esserci sufficienti informazioni per soddisfare il livello di LOD a cui è rivolto. Inoltre, non è una misura della quantità o accuratezza delle informazioni grafiche. L’aspetto di un elemento BIM è solo una informazione su quell’oggetto, e di solito il meno

Il livello di sviluppo (level of development) è il grado in cui le parti interessate possono fare affidamento sulle informazioni contenute.

Invece il livello di dettaglio si riferisce alla quantità di informazioni fornite. Con il livello di dettaglio, si presume che tutte le informazioni fornite siano rilevanti per il progetto e possono essere invocate con certezza.

Per evitare la confusione tra lo sviluppo e il dettaglio, diverse organizzazioni indipendenti hanno fornito nomi alternativi per il livello di dettaglio.

Il livello di informazione LOI viene utilizzato per indicare il livello di informazioni collegate a un oggetto. Un oggetto con un livello molto elevato di informazioni comprende, ad esempio, le schede tecniche specifiche del produttore e le indicazioni su manutenzione.

In Italia

Secondo la norma UNI 11337-4 il livello di sviluppo degli oggetti (LOD) è il livello di approfondimento, di evoluzione informativa e delle informazioni degli oggetti digitali che compongono i modelli. Per uniformità con la terminologia adottata in campo internazionale si utilizza l’acronimo “LOD” così come dedotto dalla lingua inglese “Level of Development”.

La norma UNI 11337-4 propone il seguente sistema semplificato di livelli di sviluppo per oggetti:

  • scala generale di LOD (per edifici e interventi di nuova costruzione);
  • scala di LOD per gli interventi di restauro;
  • scala di LOD per interventi territoriali e infrastrutture;
  • scala di LOD per il cantiere (mezzi e attrezzature).

I LOD sono identificati attraverso una scala alfabetica:

  • LOD A oggetto simbolico, senza vincolo di geometria. Le caratteristiche qualitative e quantitative sono indicative
  • LOD B oggetto generico, geometria d’ingombro, le caratteristiche sono approssimate. LOD 100 nel sistema statunitense
  • LOD Coggetto definito, sistema geometrico definito, spazi definiti, sistemi definiti. LOD 200 nel sistema statunitense
  • LOD Doggetto dettagliato, ingombri approssimati di manovra e di manutenzione. Indicativamente corrisponde al progetto esecutivo. LOD 300 nel sistema statunitense
  • LOD Eoggetto specifico, livello di fabbricazione, di assemblaggio e di installazione. Indicativamente corrisponde al progetto costruttivo. LOD 400 nel sistema statunitense
  • LOD Foggetto eseguito (costruito), corrisponde al as-built, include gli interventi di gestione e manutenzione. LOD 500 nel sistema statunitense
  • LOD Goggetto aggiornato, stato di fatto. Le caratteristiche aggiornate rispetto al ciclo di vita. È registrato il livello di degrado di ogni singolo oggetto

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami